2 giugno di Giovanni Nuscis

La festa di chi è vivo nonostante.
La festa di chi è in carica alla faccia
bardato di nomi e di speranze, d’altri.

Cambiare un dado a una macchina, ferma
è roba di leggi e anni e molte mani
e convegni e scritti e sangue e rabbia.

QUI

Lascia un commento

Archiviato in poesia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...