Provocazione in forma d’apologo 68

Quasi quarant’anni fa, quando stava in quarta ginnasio, a Roberto avvenne un fatto che minacciò di fargli franare anche quella poca terra che aveva sotto i piedi, e su cui si reggeva a stento.

Per affrontare positivamente quel brutto momento e non precipitare, Roberto si rivolse allora a certi compagni di classe, cristiani attivi nel sociale, come si diceva e si dice, che tenevano in una parrocchia il doposcuola a ragazzini delle medie. Senza grandi abiure né preghiere (Roberto apparteneva a una famiglia che si millantava atea e comunista, ed anche lui si riteneva in buona fede tale) Roberto chiese loro di poter impiegare utilmente il suo tempo libero partecipando a quella attività; certo, non avrebbe insegnato catechismo, ma da buon primo della classe per italiano e matematica sarebbe andato più che bene.

QUI

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...