Archivi del mese: febbraio 2009

Il grande romanzo collettivo

Un grande romanzo collettivo a 200 mani, il più grande della storia della narrativa mondiale, scritto da autori reclutati su Internet. È questa la sfida lanciata da SIC – Scrittura Industriale Collettiva, sigla che nasconde un innovativo metodo di scrittura di gruppo e la community che lo utilizza.

Un vero e proprio movimento, nato dalle menti di Vanni Santoni (romanziere anche “individuale”, recente la pubblicazione de Gli interessi in comune per Feltrinelli) e Gregorio Magini (scrittore e autore di uno studio accademico sul tema della scrittura collaborativa).

altre informazioni QUI

Commenti disabilitati su Il grande romanzo collettivo

Archiviato in altro

Piccoli animali

Piccoli animali è il primo romanzo di Maurizio Torchio. Marino Magliani ne pubblica il primo capitolo.

Commenti disabilitati su Piccoli animali

Archiviato in libri

India

Un viaggo nell’India delle contraddizioni questo nel libro “india per signorine” di Rosa Matteucci. Del libro e dell’autrice ci parla Linnio Arriconi

Commenti disabilitati su India

Archiviato in libri

Revolutionary roads

Una recensione del film “Revolutionary roads” tratto dal romanzo omonimo di Richard Yates. Ezio Tarantino ci parla del film, del romanzo, di una profezia, di alcune somiglianze, delle produzioni hollywoodiane  e molto molto altro

Commenti disabilitati su Revolutionary roads

Archiviato in altro

Cicli economici

In un racconto di Andrea Sartori la realtà amara di una crisi che non è nuova ma che ogni volta che si presenta crea disordine e rinnovamento, mette fine alle euforie e riporta tutti con i piedi per terra facendo vittime più o meno consapevoli. Corsi e ricorsi storici, fra poca finzione e molta realtà.

Commenti disabilitati su Cicli economici

Archiviato in altro

Utopia

Una nuova poesia di Marco Scalabrino in dialetto, tradotta in italiano da Giovanni Nuscis ma bellissima e comprensibile anche in “lingua” originale.

Commenti disabilitati su Utopia

Archiviato in poesia

Le basi morali di una società arretrata.

St. George, Stati Uniti d’America, Montegrano o meglio Chiaromonte, Potenza/Italia. Cosa hanno in  comune due paesi così lontani? uno studio sociologico di Edward C. Banfield ci chiarisce i dubbi. Il libro è di 50 anni fa cosa è cambiato da allora?

Commenti disabilitati su Le basi morali di una società arretrata.

Archiviato in libri