Islabonita

E con questo fanno 20. Venti sono i libri pubblicati da Nico Orengo in 40 anni: dall’ormai raro E accaddero come figure (Feltrinelli, 1969) a quest’ultimo Islabonita (Einaudi, 159 pagine, 18 euro). La cadenza è regolare: Orengo produce 1 libro ogni 2 anni, d’ingombro raramente superiore alle 200 pagine. La misura prediletta è tuttavia anche inferiore: gliene bastano infatti poco più di 150 pagine per reinventare ogni volta nuovi paesaggi, affollare le trame di personaggi, mescolare nostalgia e sarcasmo, umana comprensione e ferocia dello sguardo. Il padre Vladi, lui pure scrittore ma soprattutto uomo di cinema, gli deve aver trasmesso il gusto per la regia e, più ancora, per il montaggio, arti nelle quali Orengo eccelle. Quello che rende inclassificabile il talento artigianale è però la naturalezza. L’impressione è di assistere a un teatrino in cui non ci saranno (non ci sono) mai grandi soprese, aggettivi urlati o sbraitati, posture meno che composte. Nelle facili tassonomie da copy di provincia di che si nutre tanta critica militante di oggi, prodotti del genere non trovano posto – e a noi che ce ne importa, canticchia in sottofondo Renato Carosone. Per leggere Nico Orengo è forse utile consumare una colazione o una cena con lui; osservare la cura autentica che riserva alla scelta dei vini e delle pietanze, il garbo rivolto a ospiti e personale di servizio, il tempo perfetto delle battute, il piacere, in sostanza, d’intrattenere se stesso con l’aria di compiacere i presenti. Se questa Islabonita (Cuba, ovviamente) fosse altro da un libro, sarebbe appunto un ricevimento placé, con piatti piccanti e vini dal bouquet sofisticatissimo. Come in ogni ricevimento, c’è un ospite d’onore, che è nel caso Fatima, maga e parrucchiera, in fuga da se stessa e dal mondo come altre figure femminili di Orengo, cosciente del suo fascino e in qualche modo anche delle sue sorti. Attorno a lei e al suo corpo da femme galante tragica e consapevole, si muove un’umanità che soltanto Nico Orengo racconta.

Giovanni Choukadarian

Commenti disabilitati su Islabonita

Archiviato in libri

I commenti sono chiusi.